sabato 23 dicembre 2006

Fine Anno

Aperitivo degli Auguri della società Atletico Argo sabato 23 dicembre ore 19.45 Planet Cafè corso Garibaldi. In compagnia di tifosi e tifose!

giovedì 21 dicembre 2006

Seconda vittoria di fila


Contro Cavriago arriva la seconda vittoria consecutiva per l'Atletico Argo, che piano piano sta cominciando a diventare una squadra a tutti gli effetti.
Dopo una brevissima fase di studio e di equilibrio gli ospiti riescono a portarsi avanti e sembrano avere in mano la partita, ma gli Argonauti riescono a darsi da fare in difesa, recuperando alcuni rimbalzi importanti, e a concretizzare le azioni offensive che gli si presentano.
Da segnalare l'esplosione del caso Coppola, si lamenta perchè a suo dire non è utilizzato abbastanza da coach Lasagni. Speriamo tutto rientri, la squadra ha bisogno di lui.
Ma la foto qui accanto rispecchia in toto lo stato dell'Atletico Argo...

Veniamo alle pagelle

Burani 6
Per l'impegno e per alzargli il morale...
Dodo 7
Dopo un inizio di partita disastroso in cui riesce a mandare in bambola la propria squadra, si riprende e diventa decisivo sia in attacco che in difesa.
Amed 6
Ancora molto impreciso al tiro dà sostanza a rimbalzo e si fa sentire in difesa.
Giacomo 6
gioca poco ma riesce tuttavia a dare il suo contributo positivo.
Alan 6
comincia prendendo molti rimbalzi, via via che il gioco va avanti sparisce e si fa sentire solo in qualche sprazzo. Pregevole una stoppata.
Pat 6,5
Si gioca ottimamente il tempo a sua disposizione.
Marchesi 5
Non si guarda, non è in giornata. Almeno non sbaglia le scelte, i tiri che si prende ci stanno tutti.
Fabio 6
Gioca poco anche lui ma mette comunque impegno in quel che fa. Stavolta non regala gesti atletici degni di nota.
Coppola 6
gioca bene, deve giocare di più. A fine partita si lamenta perchè gioca poco e fa scoppiare il caso 'Coppi'.
Carra 6,5
Sta tornando in forma e si vede, soprattutto vista la diminuzione delle infrazioni di passi che commette.

giovedì 14 dicembre 2006

Arti Grafiche - Atletico Argo 50-73. Arriva la prima vittoria

Al termine di una partita orribile, in cui si affrontano due squadre alla frutta, l'Atletico Argo raggiunge la sua prima vittoria.
Tralasciamo di commentare la squadra di casa, inguardabile sotto ogni punto di vista, che tuttavia riesce a pescare il jolly e a fare 20 punti in più di quanti non ne faccia solitamente, e veniamo ai nostri.
La difesa è un colabrodo, ma per fortuna gli avversari attaccano con un coltellino svizzero e non con una spada, altrimenti probabilmente si sarebbe trattato di deblace anche questa volta. Questo pessimismo cosmico non deve ingannare, si son visti alcuni miglioramenti, e a sprazzi l'Atletico Argo riesce a giocare come una squadra vera, nonostante sabotatori interni come Marchesi e Burani, che ha come solo ed unico pensiero Davide Lamma e la Bipop che danno venti punti a Livorno, purtroppo solo nei suoi sogni, e nonostante l'assenza di Coppola che in questa partita avrebbe potuto dominare sotto le plance.
Veniamo ora alla pagelle.

Dodo 6.5
Segna 26 punti, gliene diamo merito, ma gioca troppo spesso da solo. Da alcuni viene definito il 'Play dittatore', e un motivo c'è.
Dopo un primo quarto così e così riesce a dare un sostanziale contributo anche in difesa.
Alan 6.5
Prende un mare di rimbalzi, spesso trasformandoli in preziosi punti. In difesa si carica troppo presto di falli e questo condiziona il resto della sua partita. Grottesco il fallo che gli viene fischiato in attacco quando, a dire dell'arbitro, spinge un avversario quasi da fuori dal campo.
Burani 6
Recupera qualche pallone importante e qualche buon rimbalzo. Al grido di "Lamma, Lamma" non va granchè sui liberi.
Fabio 7
Partita di grande intensità. Nell'ultimo periodo è il Giuliacci della situazione, fa il bello e cattivo tempo, un metereologo.
Notevoli alcuni gesti atletici, peccato per il fallo antisportivo.
Giacomo 6.5
Finisce la partita senza voce perchè detta le difese per tutta la partita. Porta giù palla e cerca di tirare da fuori ma senza successo, gli unici punti arrivano da sotto. Indispensabile quando Lancetti impazzisce.
Amed 6.5
In attacco fa segnare spesso i compagni, ma le soluzioni personali sono quasi impalpabili. In difesa recupera vari palloni, anche dalle mani degli avversari, e prende un buon numero di rimbalzi. Cerca di mettere ordine sistemando la squadra in campo che vorrebbe il coach.
Marchesi 6
Fa un primo quarto strepitoso, poi viene colpito dalla sindrome di Dodo e impazzisce. Penetra, tira, passa, ma il più delle volte sbaglia. Recupera qualche pallone, i più a caso. Comunque prezioso.
Pambianchi 6
Fa il suo dovere e lo fa bene. Da piazzato non sbaglia.
Carra 6.5
Si sbatte in attacco e in difesa, sta lentamente tornando ai tempi gloriosi
Rossi 6
Prende una smazzulata dal Negro e mantiene la calma, un paio di tiri avventati, ma per il resto fa quello che deve fare un giocatore, corre, va a rimbalzo, taglia dentro l'area e se sfruttato punisce l'avversario.

giovedì 7 dicembre 2006

Atletico Argo - Night Guys, le Filippine alla riscossa...

Tre partite tre batoste per l'Atletico Argo, l'ultima contro una manica di sprovveduti.
Una partita interminabile, è stato fischiato di tutto, gente che usciva dalla pressione camminando con la palla in mano, gente che si tuffava appena sfiorata, gente che si mandava a quel paese...
Veniamo alle pagelle:
Dodo 5,5
E' un play dittatore. A tratti ci mette l'impegno giusto e trascina la squadra, a tratti è un mangiapalloni senza fondo. La strada per fare il play è ancora irta e difficile, coraggio che ce la fai...
Marchesi 5
Prestazione da vice Dodo, voto da vice Dodo. I primi due tiri dalla lunga gli vanno fuori e smette di tirare. Male, mai arrendersi. Convinzione. Per andare sul sicuro prova anche a spezzare le caviglie ai compagni di squadra.
Carra 4,5
Troppi palloni persi per la fretta, tutti passi di partenza, alcuni non ci sono altri sono plateali.
Riesce comunque a dare sostanza, la squadra aspetta con ansia il suo pieno recupero, c'è bisogno di lui.
Giacomo 6
Riesce a non farsi ingabbiare dalla pressione pezzotta degli avversari. Partita comunque non priva di pecche.
Fabio 5
Non riesce a dare l'apporto che vorrebbe, i movimenti non sono male.
Alan 6+
Ad un certo punto della partita tira giù qualsiasi rimbalzo, ma misteriosamente viene sostituito.
Quando non gioca con fretta è ottimo, altrimenti diventa un buco nero.
Amed 6
In difesa non è impeccabile, anzi, in attacco riesce a segnare e dà anche qualche spunto buono ai compagni che il più delle volte vanno a belle conclusioni.
Dopo l'infortunio alla caviglia tende a sparire e a farsi da parte.
Coppola 6
Poteva essere la sua partita, quando vuole non lo si ferma, quando invece giochicchia va preso a schiaffi.
Rossi 4
Mette una bomba quando ha la palla in mano e non sa cosa fare, ma a rimbalzo deve dare di più, atleticamente può fare quello che vuole ed è ora che cominci. Troppo spaesato quando deve giocare di squadra.

Burani 4,5 impalpabile.

Partita con Night Guys

Approfitto del blog per scusarmi un po' con tutti, martedì sera sono stato un po' critico nei confronti di tutti, ma cercate anche di capire le mie ragioni...
Ho avuto l'impressione che ad alcuni non importi molto delle partite, e qualcuno ha sollevato l'obiezione "Ma siamo in seconda divisione". Per quanto mi riguarda ci tengo alla squadra, e per me, che son sempre a bologna, venire a giocare e allenarmi è uno sbattimento non di poco conto, e non solo per me è uno sbattimento e un sacrificio. La scusa che siamo in seconda divisione non tiene, non è un motivo per non impegnarsi. Con questo non voglio dire che mi aspetto una medaglia al valore, ma semplicemente che esigo comunque rispetto, e che non valga l'equazione 'siamo in seconda divisione'='siamo qui per fare i coglioni'.
A perdere tre partite di fila, in particolare l'ultimam, credo non si diverta nessuno, pertanto rimbocchiamoci le maniche e diamoci una svegliata.
Comunque, ribadisco, il mio post è fondamentalmente per scusarmi con tutti.

Ciao ciao

venerdì 1 dicembre 2006

Atletico Argo - Casalgrande... Mazzeeeeete...

Seconda partita per l'Atletico Argo e seconda sconfitta, ma stavolta i singoli si salvano bene o male tutti, a fare acqua purtroppo è il collettivo.
Dopo un primo quarto giocato sostanzialmente alla pari e un secondo abbordabile arriva un terzo quarto disastroso per i padroni di casa, che perdono la concentrazione e anche le fila della partita.
Da notare che comunque c'è stata una evoluzione rispetto alla deblace con Sciotaim.
Veniamo alle pagelle:
Dodo 6
Arriva tardi e appena entra ci mette 24 secondi per fare due falli, almeno però si sbatte e cerca di darsi da fare. Non appena capirà l'importanza del ruolo che ricopre questa squadra decolla
Amed 6
Da piazzato non fallisce ma anche stavolta ha osato un po' troppo. Rispetto alla partita con sciotaim si fa sentire di più a rimbalzo e in difesa.
Gli viene fischiato un antisportivo, il primo della carriera, che proprio non ci sta. Nervoso.
Burro 6
Viene penalizzato dall'arbitro che gli fischia qualche fallo di troppo, ma riesce a fare il suo dovere anche se a tratti si mostra troppo altalenante.
Giacomo 6,5
A inizio gara tiene su la squadra, riesce a non farsi impressionare dal pressing avversario, deve cedere quando comincia a prendere qualche colpo di troppo. Alla lunga non tiene come si sperava.
Stefano 6,5
Sempre più importante sotto canestro, quando vuole domina.
Deve stare più attento in difesa
Fabio 6
si muove bene e rappresenta spesso una spina nel fianco degli avversari, peccato che non riesca a pungere fino in fondo una volta arrivato sotto canestro.
Rossi 6
prezioso a rimbalzo, troppo spesso vaga nel nulla per il campo spendendo più energie del dovuto
Pat 6
Rispetto all'ultima volta ci mette più impegno e si fa trovare anche in posizioni pericolose per la difesa avversaria. Qualche dormita di troppo in difesa.
Carra sv
E' al rientro dopo un lungo infortunio, non si allena da molto e si vede ma la voglia non manca.
Marchesi 6
non si sente il vice Dodo, ma la tentazione è più forte di lui. Piazza tiri dalla distanza quando servono, dando respiro a tutta la squadra.

domenica 26 novembre 2006

SCIOTAIM - ATLETICO ARGO 81-40

E arriva la prima sconfitta, proprio all'esordio, per l'atletico argo.
Agli Sciotaim basta un quarto per distruggere la compagine ospite, composta da troppa gente molle che non ha voglia di sbattersi, e forse neppure di giocare.
L'atletico Argo ci crede solo nel terzo quarto, quarto che riesce a vincere ma è troppo poco.
Veniamo ai voti:

Dodo 5
Combatte e si sbatte, ma troppo facilemente perde la testa e vuole strafare, se vuole fare il play deve mantenere la lucidità
Rouge 4
Non ha voglia di giocare e si vede, riesci a farsi portare via la palla dalle mani, niente grinta, e le capacità per fare di più le avrebbe.
Alan 5
Fa quel che può a rimbalzo ma non è aiutato dai compagni, qualche bella conclusione anche se affrettata, deve mantenere di più la calma.
Amed 5
Segna metà dei punti della squadra, ma quanto ha tirato? A tratti cerca di trascinare la squadra a tratti è un buco nero, da rivedere.
Pat 4
Sbattimento!!!! così non va, e si lamenta per i pochi minuti giocati. Per quello che ha fatto vedere ne ha giocati pure troppi
Mitch 4,5
Prova a fare il vice-dodo ma non gli riesce, tenta un tiro dalla distanza ma non è serata. In media col resto della squadra.
Fabio 4,5
Non si capisce di cosa abbia paura quando è in campo, e i mezzi li avrebbe.
Coppola 5
Si fa spazio sotto canestro, se ben utilizzato potrebbe far comodo, ma la serata è delle peggiori anche per lui.
Burro 4,5
In linea col resto della squadra, nè carne nè pesce.

giovedì 16 novembre 2006

Possibilità
Risanante
Ogni
Pensiero
Rivoluzionario
In
Estremo
Tramite
Adulazione

giovedì 9 novembre 2006

Carapezzi infortunato


La guardia-ala Andrea Carapezzi(186cm, 75Kg) infortunatosi in pre-season nell'amichevole con l'US Gelso, causa una distorsione alla caviglia con lesione dei legamenti, è ancora inattivo, lo staff medico, il quale ha applicato al giocatore un tutore, prevede un recupero di circa 3 settimane. L'atleta è quindi in dubbio per la prima stagionale a Campagnola con la Sciotaim.

domenica 29 ottobre 2006

PHOENIX

“Not founded blog”. Tim stava cercando un appassionante blog di discussione di elettronica e questo era stato già flashato. La giornata lavorativa l’aveva impegnato parecchio e cercava un attimo di svago attendendo l’orario di uscita. Era mercoledì, la sera avrebbe raggiunto gli amici al McKenzie Shape, tipico pub scozzese, di quelli ormai di moda da una ventina d’anni, nel quale davanti a una birra si cercava di dimenticare i problemi quotidiani, o, in alternativa, di approfondirli.
“Drew non può continuare così- rifletteva pensando al suo vecchio amico- la finzione lo corroderà dall’interno. Non può vivere pensando di galleggiare in eterno, o nuoterà fino a riva o dovremo raccoglierlo dal fondo, anzi, ancor peggio, non ci sarà nessuno a raccoglierlo, neanche Colin, ormai si è fatto allontanare anche da lui. E dire che eravamo tutti convinti che dopo che i Senzano gli avevano fatto saltare la casa, avrebbe cambiato rotta, invece è andato dritto oltre, senza timore, nelle acque del nemico.” La delusione lo corrodeva, ormai conscio che non poteva più far nulla.
Il telefono squillò. Era l’avvenente segretaria che con la voce tremante gli comunicava di dare un’occhiata al tg su news.ny . “GIOVANE REGISTA IN ASCESA TROVA LA MORTE DOPO UN LUNGO TRAVAGLIO CONTRO IL MORBO DI RUSH, ASSUNTO DOPO UN RAPPORTO CON UNA PROSTITUTA, AGGANCIATA IN STRADA.” Per un attimo non pensò a niente, non pensò che lui quel giovane regista lo conosceva benissimo, non pensò che era Ranny, quanti discorsi, quanti momenti, quanta vita insieme a lui, e chi pensava a tutto questo prima che… prima… Chiuse il pc, si alzò, spense le luci, salutò Elle, scese le scale, e in un attimo fu in strada, girò il vicolo e vide un barbone, sdraiato a terra che dormiva s'un fianco, lo scrutò in viso, il quale era fin troppo familiare, accennò un sorriso, si tolse il bel cappotto che adagiò sul freddo uomo e riprese a camminare. Passò sotto l’insegna del McKenzie senza alzare la testa, senza guardare la gente fra i vetri, e si diresse verso casa.