giovedì 22 febbraio 2007

mercoledì 21 febbraio 2007

Atletico Argo - Sciotaim: -46, freddo glaciale

Al termine di una gara disputata senz'arte nè parte la situazione è delle più insolite, capitano cose che ancora non si erano viste: giocatori che si mandano a quel paese, squadra allo sbando che sembra ignorare le più elementari nozioni di pallacanestro, della partita di ieri non c'è proprio nulla da salvare. Il -46 finale dice tutto, peggio di quanto capitato all'andata. Per l'atletico argo il girone di ritorno cominicia nel peggiore dei modi, e quello che più preoccupa è che i tentativi di mister Lasagni di scatenare una reazione sono totalmente vani. La squadra non lotta, non sembra presente, non segue le indicazioni della panchina, vuoi per resa a manifesta inferiorità, vuoi per incapacità (purtroppo a tratti manifesta) ma si fa acqua da tutte le parti.
Il divario tecnico con gli avversari è impalpabile, ma quello sulla voglia di giocare è abissale. Alcuni degli avversari sembrano più un incrocio tra un babbuino e uno scimpanzè ma lottano molto più dei nostri.

Veniamo ai voti:
Burani 4
Impalpabile
Dodo 3
Io gioco da solo. E' la sua frase simbolo della partita. Ha pure uno screzio con Amed, poi rientrato. Dopo la partita d'altri tempi arriva quella dell'altro mondo.
Amed 4
Qualche rimbalzo e due palloni recuperati, per il resto il nulla.
Marchesi 3
Qualcuno si è accorto della sua presenza in campo? Forse gli girava ancora la testa dalla partita con Sant'Anna.
Coppola 4
Ci prova, ma non è serata neppure per lui
Fabbi 3,5
Non riesce a incidere.
Barbieri 4
Un misto tra Burani e Marchesi.
Alan 4
Dalla sua ha metà partita giocata con un dito che va per fatti suoi, ma stasera non c'è spazio nè per gli alibi nè per la compassione.
Rossi 3,5
Qualche taglio interessante, ma a lungo vaga senza meta per il campo.


Si è toccato il fondo, ora è il momento di sbattersi e darci dentro.

domenica 18 febbraio 2007

President night parties



mercoledì 14 febbraio 2007

Atletico Argo - S.Anna 72-71

Vittoria al fotofinish per l’Atletico che dopo due supplementari regge la guerra dei nervi contro il non troppo esaltante e isterico S.Anna. Per la prima volta si presenta un arbitro degno di tale nome( e infatti non lo è…), l’allievo allenatore Baldi(ex Olimpia Milano)che si esibisce in una partita quasi perfetta.
Il match parte in equilibrio, poi è il S.Anna a farsi avanti per primo, nel terzo quarto gli Argonauti recuperano e la partita rimane in parità fino alla fine ma con l’inerzia sempre in mano alla squadra di casa. Burani al termine dei regolamentari impatta ai liberi e Lancetti ruba il pallone del possibile sorpasso S.Anna, identica situazione nel 1° tempo supplementare che termina sempre coi liberi di Burani e con una stoppata di Lancetti, mentre nel secondo sono sempre quest’ultimo e soprattutto Coppola(decisivo per la vittoria) a segnare ai liberi. Postpartita incadendescente nel quale il 9 avversario(nonché allenatore) mostra tutta la sua deficienza e maleducazione e cerca di buttarla sulla rissa insultando anche l’ufficiale di campo.


PAGELLE

BURANI: partita di sostanza e di lotta nella quale perde ogni tanto la testa buttandosi a difesa schierata e perdendo palloni, ma talvolta segnando. Di ghiaccio sui liberi allo scadere dei tempi. Al grido di “torna a Modena” cerca di difendere la moglie dell’allenatore. Voto:6+

BARBIERI: Poco utilizzato, ma quando sale da un ottimo contributo. Poteva servire in campo. Voto: 6,5

ROSSI: quando sale lotta e si avventa sui palloni vaganti, e stavolta riesce anche a tenerli in mano. Prende tiri che ci stanno ma li effettua con troppa fretta, pregiudicando il risultato.
Voto:6

CARAPEZZI: parte indemoniato, gioca tutta la partita da solo, ma poteva starci visto quanto ha segnato, forza eccessivamente nel finale, da rivedere in difesa, ma obiettivamente decisivo. Voto:7+

COPPOLA: The Man of the Match. Memorabile l’ultima “scena” in cui il solito 9 avversario lo provoca nei 2 liberi decisivi a 2” dalla fine:”Tanto non lo fa”, lui risponde con un “Adesso segno e te la metto nel culo stronzo”, continuando a brontolare anche durante il tiro ma segnando. Idolo. Durante la partita cmq prende rimbalzi, segna qualche canestro e soprattutto uno dei pochi a giocare di squadra e a darci anche in difesa. Voto:7

BELLI: Discreto dall’inizio alla fine, da agonismo ma non qualità, buono in difesa, male in attacco. Con Fabbi forma la coppia delle palle perse.
Voto: 6

FABBI: Da qualità, effettivamente, ma forza continuamente al tiro(specialmente nei momenti deicisivi), sbaglia passaggi e con la palla in mano a lui la squadra è allo sbando, piazza una bomba decisiva. Voto:6

MARCHESI: Durante il terzo quarto quando gli altri si mettono 2-3 ci si gira verso la panchina alla ricerca del tiratore e non c’è. Ci si pensa un attimo e ci si accorge che è da inizio parita che manca… Dopo un po’ spunta dagli spogliatoi già docciato inneggiando contro una testata presa nel primo quarto, in grado da sola di metterlo ko per l’intera partita… Misterioso
Voto:nc

LANCETTI: Partita di regia e controllo della squadra da vero playmaker d’altri tempi, segna anche abbastanza nel primo tempo, poi vista la verve di Carapezzi e la completa mancanza di concentrazione dei compagni, passa alla partita di testa e geometria dove tutti sono beneficiati. Ruba palla nell’ultima azione dei regolamentari e stoppa nell’ultima azione del primo supplementare, 2/2 ai liberi nel secondo a 20” dalla fine. Avesse segnato le due entrate fallite nel secondo supplementare avrebbe guadagnato l’eccellenza. Voto:7

venerdì 9 febbraio 2007

Moglia - Atletico Argo 40-65

Nella melma mantovana gli Argonauti ottengono una bella quanto semplice vittoria.
La squadra ospite è in vantaggio dall'inizio alla fine, sempre avanti, anche se inizialmente di poco, visti anche alcuni momenti di black out da entrambi le parti. Non è poi di poco conto il fatto che il Moglia sia poca cosa...
Veniamo alle pagelle:

Dodo 7
Spinge e realizza, a volte spinge anche troppo, ma non si arrende mai.
Sembra però una pentola a pressione, borbotta in continuazione
Burani 6+
Sembra non risentire troppo dell'ultimo scandalo che l'ha travolto come un tir...
Alan 6.5
Prende molti rimbalzi e spesso si mostra letale
Marchesi 7.5
Decisamente il migliore in campo. Aiutato da una discreta vena al tiro (4/9 da 3) punisce quando necessario.
Amed 7
Tosto in difesa, tiene, recupera palloni e rimbalzi.
Gioca sporco quando necessario, in attaco smista anche il gioco dei compagni
Fabio 6
Corre e salta, e gli riesce bene, ma non è incisivo come altre volte
Rossi 6
Conclude dei preziosi contropiedi
Coppola 6
A tratti si mostra troppo molle contro le torri avversarie
Carra 6.5
Punisce in contropiede e si mostra rognoso in difesa. Prezioso.

lunedì 5 febbraio 2007

SESSO: LE ITALIANE LE PIU' ATTIVE D'EUROPA!





Uno studio internazionale della Società europea di contraccezione

Una frequenza di uno o più rapporti a settimana nel 59% dei casi


BERLINO - Le donne italiane sono le sessualmente più attive d'Europa con una frequenza di uno o più rapporti a settimana nel 59% dei casi. È quanto emerge da uno studio internazionale promosso dalla Società Europea di Contraccezione su un campione di 11.490 donne di 14 nazioni tra 15 e 49 anni. POCHE PILLOLE - Le italiane, però, rispetto alle altre donne europee solo nel 29% dei casi usano la pillola, mentre moltissime preferiscono il coito interrotto o il preservativo. In base agli ultimi dati del 2006, sono 2,2 milioni le italiane tra 15 e 49 anni che usano contraccettivi ormonali: in testa le donne sarde con il 28,6%, all'ultimo posto le donne che vivono in Basilicata con il 7,3%.
PRIMA VOLTA «NON PROTETTA» - Oltre alla frequenza dei rapporti sessuali, l'indagine ha evidenziato un dato preoccupante sulla «prima volta»: il 30% delle donne interpellate non ha utilizzato alcun tipo di protezione, correndo quindi il rischio di una gravidanza indesiderata o di contrarre una malattia sessualmente trasmissibile come l'Aids o la sifilide. Solo il 20% ha consultato un ginecologo e discusso di contraccezione anteriormente al primo rapporto. RUOLO DEL PARTNER - Lo studio, ha analizzato in proposito anche il ruolo del partner, scoprendo che, secondo la media europea, circa il 75% degli uomini è coinvolto nella scelta del metodo contraccettivo.

giovedì 1 febbraio 2007

Una squadra allo sbando

Sempre più senza speranza la squadra dell'Atletico, arriva ancora una sconfitta, stavolta preceduta da eventi che lasciano a bocca aperta.
La partita comincia in ritardo poichè la squadra di casa, Argo, si presenta senza referto, senza lista dei giocatori (arraffata in extremis su un foglio di carta che raccoglie anche la compassione dell'arbitro) e senza allenatore.

Si parte e le squadre si equilibrano, nè argo nè la Libertas Fiorano sembrano riuscire a prendere il largo. Almeno all'inzio. Poi si cede, si diventa molli, si commette qualche ingenuità di troppo ed ecco che si affonda.
Il risultato finale, superiore al -30 è però bugiardo, per lungo tempo si è stati sotto di una quindicina di punti, ma alla fine la depressione più totale si è impadronita degli Argonauti della palla a spicchi...

Amed 5
Inguardabile in attacco dove riesce a piazzare un 1/1 da 3 ma un 0/234 da 2.
Almeno riesce a combinare qualcosa in difesa e a rimbalzo, lontano da una prestazione accettabile
Dodo 5,5
Altalenante e non decisivo
Riesce a prendere un tecnico quando in campo gli unici a protestare sono gli ospiti, ingenuo.
Burani 5
Ha la flemma di un pachiderma, ormai è troppo preso dallo star system in cui è finito, circondato da donnine che sfruttano la sua immagine. La pallacanestro è solo un ricordo.
Marchesi 5.5
Si prende qualche tiro giusto e pulito ma stavolta è sfortunato. In difesa invece di fare il mastino zompetta da vispa Teresa.
Fabio 6
L'unico, assieme al prossimo, meritevole della sufficienza, l'unico che dimostra di aver voglia di lottare e giocare.
Pat 6
Sale in campo, recupera due palloni, prende due rimbalzi. Molto più di quanto non abbiano fatto alcuni suoi più quotati colleghi.
Giacomo 5,5
L'autista pare ubriaco. Parte bene con un tiro da 3, poi l'incedere della partita lo sovrasta.
Coppola 5,5
Sotto si fa sentire e a tratti è lui a tenere a galla la squadra. Poco aiutato dai compagni non può fare di più.
Alan 5+
Salta, ci mette la voglia, ma sbaglia dei veri e propri rigori.
Abbiamo visto serate migliori.